Galleria Granelli
Galleria di Arte Contemporanea a Castiglioncello
Seguici anche su:
Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato

PrivatoGalleria

Search

Calabria Ennio

Ennio Calabria é nato a Tripoli il 7 marzo 1937.

Il suo primo esordio artistico fu a Roma nel 1958 con la mostra personale alla Galleria “La Feluca”, in
Calabria; fu allora individuato dalla critica d’arte fra i pittori più significativi della generazione emersa tra il 1950 e il 1960, sempre testimone del suo tempo con una pittura sia rivolta al sociale che autobiografica.

Ennio Calabria ha esposto più volte le sue opere alla Quadriennale di Roma.

Nel 1963 insieme ai pittori Attardi, Farulli, Gianquinto, Guccione e Vespignani, e ai critici Del Guercio, Micacchi e Morosini fonda il gruppo ‚”Il pro e il contro” che diventa un forte punto di riferimento per le nuove ricerche figurative in Italia nel periodo dell’egemonia del mercato informale.

Nel 1964 prende parte alla Biennale di Venezia.

Oltre ad essere un pittore, Ennio Calabria ha illustrato diversi volumi di poesia, racconti, nonché copertine per libri.

Ha prodotto inoltre circa 90 manifesti; per l’Orlando Furioso di Luca Ronconi; per ARCI, Lega per le Cooperative, UISP, CGIL, CISL, PCI, movimento delle donne, Fondazione Basso, ecc. Nel 1981 è uscito un volume antologico di grafica 1953-1981, Editrice La Linea.

La raccolta dei manifesti e L’opera incisoria è stata esposta accompagnata da dibattiti in varie città in Italia ed all’Estero.

Nel 1985 espone le sue opere alla Gucci’s Gallery di New York .

La sua prima mostra antologica risale sempre al 1985 alla Rotonda della Besana, a Milano accompagnata dal volume monografico con testi di M. De Micheli, D. Micacchi, G. Carandente edito da Vangelista.

Nel 1987 segue la grande antologica a Castel Sant’Angelo a Roma, anche qui accompagnata dal volume monografico con testi di M. De Micheli, D. Micacchi, G. Carandente edito da Vangelista.

In occasione della mostra personale “Opere 1980-1990” nella Chiesa del Carmine a Taormina nel 1990 è stato pubblicato il volume con testo di E. Calabria edito dalla Electa.

Degli anni ’90 è il Ciclo di opere “Ambiguità dell’ intravisto”

Il tema che lo pervade è l’alta velocità degli scambi sociali dei nostri tempi ed il continuo metamorfismo dell’essere che ne è conseguenza, questo fa emergere nella ricerca pittorica un’immagine, per lo più antropomorfa, come “accidente” che afferma e nel contempo nega se stessa.

Questo Ciclo di opere, itinerante, è stato esposto in varie sedi pubbliche e private, tra le quali: Baumgarte Galerie, Bielefeld (Germania), Palazzo dei Papi, Viterbo, 1994; Museo di “R. Ridola” Matera, 1996.

Di questi stessi anni la serie di pastelli “il mare accanto” punta di diamante della nuova ricerca pittorica, esposti in una mostra itinerante in varie città italiane, accompagnati da un catalogo con testi di L. Martini, L. Cancrini, E. Calabria.

Del 1999 è il catalogo generale “Opera incisoria 1955 – 1996”, con testo storico critico di F. De Santi ricerche e testi scientifici di L. Martini, edito dal Gabinetto delle Stampe Antiche e Moderne di Bagnacavallo.

Riconosciuto dalla critica d’arte, fin dagli esordi, come uno dei pittori maggiormente significativi della generazione emersa tra il ’50 e il ’60, Ennio Calabria è presto divenuto un punto di riferimento per le nuove ricerche figurative in Italia nel periodo dell’egemonia dell’arte informale con opere dalla forte impronta sociale.

Lungo tutto il corso della sua quarantennale attività artistica – che include manifesti ed incisioni e caratterizzata da numerosi e prestigiosi riconoscimenti e da opere presenti in alcune tra le più importanti collezioni pubbliche e private del mondo – non ha mai rinunciato all’espressione e all’impegno civile e politico-culturale per un profondo mutamento della società.

Negli ultimi anni, la forte tensione soggettiva e sociale e la complessa riflessività che lo animano, si sono materializzate in una forma linguistica di rara originalità, in una “figuratività alternativa”, in una pittura della “contro-visione” che mantiene, come tema dominante, la condizione umana e soggettiva di afasia e dello stato metamorfico del reale.

Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche, tra le quali:

  • Metropolitan di New York;
  • San Paolo del Brasile;
  • Museo Puskin di Mosca;
  • Museo Wroclaw di Cracovia;
  • Museo di Eliat (Israele);
  • Museo di arte contemporanea di Sofia;
  • Galleria Gucci di New York;
  • Colombe d’Or di St. Paule de Vence (Francia);
  • Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

E’ stato, inoltre protagonista dei seguenti filmati:

  • Lotta contro i mostri, 1964, regia Gigi di Gianni;
  • Calabria: Due anni di pittura, regia di M. Carbone;
  • Visto da vicino: Ennio Calabria 1979 a cura di R. Bertoni, regia d F. Marotta;
  • Special 1975, regia di S. Pastore;
  • Artisti d’oggi, programma di F. Simongini;
  • Un pittore e la sua città, regia di R. Locci;
  • La città dentro, 1987, di A. Cimaglia e A. Pedonesi;
  • Ennio Calabria a cura di Arte Dimensione ed.